Quattro incontri musicali 2018

logo zu art
fond zucc
logo bologna estate

Il presidente Rita Finzi e il direttore Isa Gambetta
sono liete di invitarLa

QUATTRO INCONTRI MUSICALI
dell’estate duemiladiciotto

che vedranno come interpreti
Allievi del Conservatorio di musica Giovan Battista Martini
di Bologna

Giovedì 5, 12, 19 luglio | 2 Agosto
ore 21.00
Zu.art giardino delle arti di Case Zucchelli
Vicolo Malgrado 3/2, Bologna
Ingresso libero

La rassegna promossa da Fondazione Zucchelli, che rientra nella programmazione di Bologna Estate 2018 del Comune di Bologna, prevede l’esecuzione di quattro brevi concerti che vedranno come interpreti allievi del Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini di Bologna, e sarà corredata da una mostra di opere di allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna che si svolgerà negli spazi interni.

Le piccole formazioni cameristiche, dal Duo al Sestetto, sono coordinate
dal M° Guido Felizzi, docente di Musica da Camera presso il medesimo Conservatorio di Musica.

L’angolo ristoro, aperto dalle ore 18.00 alle 23.30 sarà a cura di Misterlino Officinalanacaffè.
Per prenotazione tavoli:

La rassegna promossa da Fondazione Zucchelli, che rientra nella programmazione di Bologna Estate 2018 del Comune di Bologna, prevede l’esecuzione di quattro brevi concerti che vedranno come interpreti allievi del Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini di Bologna, e sarà corredata da una  mostra di opere di allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna che si svolgerà negli spazi interni.

Le piccole formazioni cameristiche, dal Duo al Sestetto, sono coordinate
dal M° Guido Felizzi, docente di Musica da Camera presso il medesimo Conservatorio di Musica.

L’angolo ristoro, aperto dalle ore 18.00 alle 23.30 sarà a cura di Misterlino Officinalanacaffè.

Per prenotazione tavoli: eventi.fondazionezucchelli@gmail.com

5 Luglio

Mito, sogno, leggenda - i ponti dell’Anima

Asumi Motoyama - soprano
Francesco Lussignoli, Jianye Su - flauto
Fiamma Kamenchtchik - violino e voce recitante
Lino Bernardo Testa - chitarra
Riccardo Malighetti - basso continuo e celesta
Eleonora Licata, Benedetta Fanciulli - arpa
Giorgio Musolesi - direttore

Claudio Monteverdi
Lamento di Arianna

Marcel Tournier
Quatre preludes pour deux harpes

Giorgio Musolesi
Ballata dei due Amori (da Francesco Landino)

Claude Debussy
Chanson de Bilitis

12 Luglio

Zerocrediti canta Kurt Weill

Eleonora Gronchi - voce
Clara La Licata - voce
Clara Cocco - flauto
Michela Ciavatti - clarinetto
Federico Urso - pianoforte

Kurt Weil, Bertold Brecht
Berlin im Licht (1928)

Kurt Weil, Maurice Magre
Complainte de la Seine (1934)

Kurt Weil, Bertold Brecht
Jenny dei Pirati (Seeräuber Jenny) (1928)

Kurt Weil, Bertold Brecht
Das Lied von Surabaya - Johnny (1929)

Kurt Weil, Maurice Magre
Je ne t’aime pas (1934)

Kurt Weil, Bertold Brecht
Die Matrosen Song (1929)

Kurt Weil, Bertold Brecht
Nana’s Lied (1939)

Kurt Weill, Roger Fernay
Youkali (1935)

19 Luglio

I grandi Classici della Musica

Prima parte:
Daniele Negrini, Nicolò Ugolini - violini
Monica Mengoni - viola
Sara Merlini - violoncello

Wolfgang Amadeus Mozart
Divertimento in Si bemolle Maggiore K137
Andante, Allegro di Molto, Allegro Assai

Wolfgang Amadeus Mozart
Divertimento in Re Maggiore K136
Allegro, Andante, Presto

Seconda parte:
Nicolò Ugolini - violino
Andrea Postpischl - pianoforte

Leos Janacek
Sonata per violino e pianoforte
Con moto, Ballata, Allegretto, Adagio

Franz Schubert
Sonatina per violino e pianoforte op. 137 n. 1
Allegro molto, Andante, Allegro vivace

2 Agosto

La programmazione della serata si svolge nel ricordo e nel completo rispetto delle commemorazioni del 2 Agosto.

Rigore classico ed elegante irriverenza

Prima parte:
Anna Merlini, Laura Rotolo - violini
Ludovica Rotolo - viola
Sara Merlini - violoncello

Joseph Haydn,
Quartetto op. 76 n.2 in re minore "le quinte"
Allegro, Andante o più tosto allegretto, Minuetto, Finale Vivace assai

Seconda parte:
Riccardo Scaioli - sassofono
Alessia Pavani - pianoforte

Jean Françaix
Cinq Danses Exotiques
Pambiche, Baiao, Mambo, Samba lenta, Merengue

Claude Bolling
Le Papillon

QUATTRO INCONTRI MUSICALI dell’estate duemiladiciotto fa parte di Bologna Estate 2018, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna.

A che punto siamo?

Per questa occasione negli spazi interni è stata allestita:
Mostra Vincitori Concorso Zucchelli allievi di

A cura di Carmen Lorenzetti, docente di Storia dell’Arte Contemporanea
Nell’ambito della rassegna QUATTRO INCONTRI MUSICALI dell’estate duemiladiciotto

Giovedì 5, 12, 19 luglio e 2 Agosto

Zu.art giardino delle arti di Case Zucchelli
Vicolo Malgrado 3/2, Bologna
Ingresso libero

In occasione della rassegna promossa da Fondazione Zucchelli che prevede l’esecuzione di quattro brevi concerti interpretati da allievi del Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini di Bologna, negli spazi interni sarà allestita una mostra di opere di Vincitori Concorso Zucchelli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Bologna: Barbara Baroncini, Giuseppe Anthony Di Martino, Gianni D’Urso, Gianfranco Mazza, Nicola Melinelli, Paolo Migliazza, Floriana Mitchell, Aleksander Petkov e Riccardo Vanni.
Installazione a cura di Eliezer Silega Ramos.

Questa iniziativa fa parte di Bologna Estate 2018, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna.

Angolo ristoro: dalle 18.00 alle 23.30 a cura di Misterlino Officinalanacaffè.
Per prenotazione posti: eventi.fondazionezucchelli@gmail.com

Sala a sinistra

Gianni D’Urso
ESERCIZI CON PIETRA, Premio al Talento 2017
Stampa digitale, 50x40 cm cad
Esercizi con pietra sono tre singoli lavori appartenenti alla serie Esercizi.
In Esercizi si accostano due oggetti che simulano azioni fisiche o concetti, ma che si rivelano faticosi o inattuabili.
Queste operazioni sono delle metafore che alludono all’ambizione e alla fatica del percorso artistico.

Aleksander Petkov
(SENZA TITOLO), Menzione della Giuria 2017
Cemento e plexiglass dipinto ad olio
Il lavoro è incentrato sul tema del doppio, sull’assenza e sulla duplice proprietà che può avere la pittura: sostituire un elemento mancante e ripetere un elemento presente.

Barbara Baroncini
SPAZI POSSIBILI, 2013
Vernice e poliuretano espanso, dimensioni ambiente
L’idea del calco sul corpo di una cosa, riprende la natura in modo indicale e tattile, ne reca una turgida impronta, che poi si confronta, nel suo proliferare, con la nettezza regolare dello spazio, creando un effetto spaesante nella capricciosa infiorescenza del suo apparire e vagare.

Gianfranco Mazza
SCOTCH DRAFT, 2015
Fotografie, 180x250 cm
I corsi e ricorsi sulla forma Minimal continuano a fare proseliti, tradotti  in un medium ibrido o “specifico” come si diceva negli anni 60 e traditi attraverso l’intervento paziente e calibrato della mano dell’artista che usa lo scotch sovrapponendolo fino ad ottenere il tono desiderato, proprio come se in mano sua avesse un pennello.

Corridoio

Nicola Melinelli
OLIO SU TELA,  2013
Olio su tela, 3x (22 x 29 cm), 2x (29 x 38 cm)
L’opera, una variazione sul tema del colore e della forma astratta, gioca sull’accattivante ambiguità tra autoreferenzialità ed immaginari paesaggi architettonici, tra essenzialità della forma e brillantezza sontuosa del colore.
Si riferisce comunque alla squisita tradizione della pittura.

Riccardo Vanni
ARTICOLO 11, 2014
Stampa, 38,5 x 31 cm
Una parola, una frase, un periodo isolato nella vacuità dello spazio, acquisisce uno statuto monumentale, diventa un monito e una forma di resistenza. Qui, nella trascrizione dell’articolo 11 della Costituzione, riguarda l’odiosa guerra. Stampigliato poi in caratteri gotici, sembra scolpito su una lapide, invece che sulla carta, ne accoglie comunque la dimensione etica e poetica.

Sala a destra

Floriana Mitchell
TRANSMUTATION, 2017
Pittura su fotografia
Transmutation è un lavoro sulla trasformazione della memoria, tema che va a toccare vari aspetti della relazione
col reale, interconnettendo orizzonti d’interesse rivolti verso dell’archetipica relazione presente tra uomo, natura,
arte e società.

Giuseppe Anthony Di Martino
ASCENDENTE, Premio al Talento 2016
Stampa fotografica, 120 x 180 cm
Lo spazio così perfettamente diviso in tre momenti ritmici di bianchi brillanti e setosi al centro e di scuri intensi ai lati, crea un contrasto equilibrato ma forte di luci e di ombre e, nel contempo, il corpo al centro, costruito in  forma di triangolo, incarna in tutto il percorso umano raggrumato nei caratteri del viso e delle mani, il senso mistico del titolo.

Paolo Migliazza
WE ARE NOT SUPER HEROES, 2016
Terre refrattarie e pigmenti
Queste figure iconiche silenziose e gracili, immobili e ostensive sono parti di una serie che nella sua ripetizione afferma la propria assoluta presenza. Rinasce il realismo che nella fragilità di un materiale che deperisce, denuncia la propria sostanza di traccia e  di apparenza fantasmica.

Installazione a cura di Eliezer Silega Ramos

BARBARA BARONCINI

Bologna 1989. Vive e lavora a Bologna
2018 assistente alla didattica per la cattedra di Scultura - Accademia di Belle Arti di Bologna
2017 - 2018 tirocinio presso la Galleria d’Arte Contemporanea P420, Bologna

FORMAZIONE
2017- 2018 ll Mestiere delle Arti - III edizione, corso biennale di formazione per artisti, Ferrara e Bologna
2017 Diploma di secondo livello in Arti Visive Pittura - Accademia di Belle Arti di Bologna 2012 Diploma di primo livello in Scultura - Accademia di Belle Arti di Bologna
2011 2010 Borsista Erasmus Faculdade de Belas Artes da Universidade do Porto Portugal
2008 Maturità Artistica - Liceo Artistico Francesco Arcangeli Bologna

SELEZIONE MOSTRE COLLETTIVE
2018 Intrepida, con la direzione artistica di Andreco, ex Teatro Verdi, Ferrara 2018 L’Altrove, a cura di Artierranti, Bologna
2017 Biennale Giovani Monza, Serrone di Villa Reale, Monza
2017 Under the influence, a cura di Antonio Grulli, Fondazione Collegio Artistico Venturoli Bologna
2016 In-segnAti da Bologna premiati Zucchelli 1963-2016, a cura di Beatrice Buscaroli e Elena Marchetti, Fondazione Zucchelli, Bologna
2016 Viva voce, un progetto di Barbara Baroncini, Laura Bisotti, Simona Paladino e Gabriella Presutto, Piazza dei Colori, Bologna
2016 Costruzioni per una natura viva, Fondazione Zucchelli, Bologna, a cura di Beatrice Buscaroli, Giovanna Caimmi, Walter Guadagnini
2016 Minipimer | a 72 hours event, LocaleDue - Farnespazio, Bologna, a cura di Gabriele Tosi
2016 Il silenzio dopo, Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna, a cura di Massimo Marchetti
2015 Il lavoro immateriale, Palazzo Romagnoli, Forlì (FC), a cura di Patrizia Giambi e Marco Servadei Morgagni
2015 On_the_spot//Rovine, Area Archeologica di Helvia Ricina, Villa Potenza (MC), a cura di Michele Gentili
2015 I Biennale d’Arte Don Franco Patruno, Castello della Rocca, Cento (FE)
2015 In loco | itinerario1 DO.VE. (contemporary dotted venue), asilo Santarelli, Forlì (FC), progetto di Spazi Indecisi con la direzione artistica di Patrizia Giambi
2015 Coscienze accese, Galleria La Fortezza, Gradisca d’Isonzo, (GO), a cura di Angela Barbera
2015 Quale grande guerra?, Fondazione Zucchelli, Bologna, a cura di Beatrice 2014 AAvid Art and Engineering Global Challenge, AAvid Thermalloy, Laconia, New Hampshire, (USA); Bologna (IT); Shenzhen (CN)
2014 Icaro Zorbar, MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, Bologna, a cura di Claudia Löffelholz e Federica Patti
2014 Vivement Dimanche (ma anche) le Dimanche de la Vie, Casabianca, Zola Predosa (BO), a cura di Gino Gianuizzi
2014 Duetti#3, con Elisa de Nigris, LocaleDue – Farnespazio, Bologna, a cura di Lelio Aiello
2014Contrattempi – imperativo prossimo, con Irene Fenara, Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna
2014 Open studio, Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna
2014 Buone attitudini, Fondazione Zucchelli, Bologna, a cura di Beatrice Buscaroli, Walter Guadagnini e Giovanna Caimmi
2013 Germogli in gipsoteca, Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna 2013 Cuore di Pietra, Pianoro (BO), a cura di Mili Romano

PREMI E BORSE DI STUDIO
2015 Plutot la Vie…Plutot la Ville. Premio Roberto Daolio – II edizione, Accademia di Belle Arti di Bologna, Bologna, 1° premio
2015 I Biennale Don Franco Patruno, Castello della Rocca, Cento, (FE), opera selezionata
2014 AAvid Art and Engineering Global Challenge, AAvid Thermalloy, Laconia, New Hampshire (USA); Bologna, (I); Shenzhen (CN), opera selezionata
2013 Premio Ilario Rossi, Monzuno (BO) 1° premio
2013 Premio Zucchelli, Accademia di Belle Arti di Bologna, Bologna, 1° premio 2012 Borsista presso Fondazione Collegio Artistico Venturoli, Bologna
2011 Premio di Pittura Marina di Ravenna, Marina di Ravenna (RA), opera selezionata

GIUSEPPE ANTHONY DI MARTINO

Siciliano, nasce a Ragusa nel 1995. Studia e lavora a Bologna dal 2014 dove si forma presso l'Accademia delle Belle Arti e intensifica la sua produzione artistica. Mostra sin da bambino uno spiccato interessa per il mondo dell'arte. Si approccia per la prima volta al mezzo fotografico all'età di 10 anni. In realtà definirlo fotografo potrebbe risultare riduttivo: Il suo lavoro è un continuo divenire, una continua ricerca in cui l'immagine fotografica diventa un pretesto per un ipertesto.

ESPOSIZIONI PERSONALI
Sarò più bianco della neve - A cura di Riccardo Betti 24 - 25 Marzo 2018
Ispica - Basilica Santa Maria Maggiore
Texère - A cura di Riccardo Betti Dal 2 al 4 Febbraio 2018
Bologna - Sala esposizioni Giulio Cavazza, Complesso Monumentale del Baraccano
La figura mancante - A cura di Graziano Campanini e Riccardo Betti Dal 30 Aprile al 15 Maggio 2016
Bologna - Museo della Sanità e dell'Assistenza, Complesso Mmonumentale di Santa Maria della Vita

ESPOSIZIONI COLLETTIVE
Canova Art Prize 2018
Esposizione delle opere finaliste in concorso Dal 20 al 24 Giugno 2018
Pop Up Space - 393 Broadway, New York City
Artefiera 2018 - Direzione artistica di Angela Vettese
Esposizione Vincitori del Premio Zucchelli al Talento - Allievi Accademia delle Belle Arti di Bologna Giuseppe Anthony Di Martino l 2016
Gianni D'Urso l 2017 A cura di Fabiola Naldi
Padiglione 25 Stand B87
Dal 2 al 5 Febbraio 2018 - Bologna Fiere
Tributo a Salvo Monica - A cura di Francesco Lauretta Dal 12 al 15 Agosto 2017
Ispica - Auditorium Madre Crocifissa Curcio / Ex Chiesa della Sciabica
Migrantes - Direzione artistica di Salvo Barone A cura di Giuseppe Di Mauro
Dal 23 Febbraio all'11 Marzo 2017 Ragusa - Palazzo Garofalo
In-segnati da Bologna l Premiati Zucchelli 1963 - 2016 l - A cura di Beatrice Buscaroli e Elena Marchetti Dal 17 Dicembre 2016 al 3 Febbraio 2017
Bologna - Fondazione Zucchelli Zu.art
Cantiere Bologna - A cura di Giovanna Caimmi, Daniele Campagnoli e Cristina Francucci Dall'11 Giugno al 6 Settembre 2015
Bologna - Palazzo Pepoli, Museo della Storia di Bologna
Expò Art Monaco - Biennale d'Arte a cura di Artexpò Gallery Dal 21 al 24 Febbraio 2013
Montecarlo - Hotel de Paris

GIANNI D’URSO

Cisternino, Italia 1988. Vive e lavora a Bologna.

FORMAZIONE
-2014-2017 Accademia di Belle Arti di Bologna, corso di pittura - arti visive, con docente Luca Caccioni.
-2009-2014 Accademia di Belle Arti di Lecce, corso di pittura, con docente Rita Tondo.
-2002-2007 Liceo Artistico Edgardo Simone, Brindisi.

WORKSHOPS / PROGETTI
-2016 Rapporti e sistemi tra artisti e gallerista di Giuseppe Lufrano, oTTo Gallery, Bologna.
-2015 hey, performance di Sigourney Weaver, Ex Ospedale dei Bastardini, Live Arts Week IV, Bologna.
Mostre ed esposizioni
-2018 Untitled, a cura di Mariagrazia De Giorgi, Kunstschau_Contemporary Place, Lecce.
-2018 Vincitori del Premio Zucchelli al Talento, a cura di Fabiola Naldi, Artefiera, Bologna.
-2018 Vincitori Borse di studio 2017 Allievi ABABO, a cura di Carmen Lorenzetti, Zu.Art, Bologna.
-2018 StArt, Officina Fortuna, Padova.
-2017 Secondo Livello, a cura di Luca Caccioni, selezione Giuseppe Lufrano, oTTo gallery, Bologna.
-2017 CHEAP, Bologna
-2017 THE TOURIST, un progetto di Mattia Pajè, Montevideo.
-2016 Percorsi, a cura di Giuseppe Lufrano e Davide Rivalta, Conservatorio G. Martini di Bologna.
-2016 La grandezza delle mani, a cura di Lelio Aiello e Massimo Marchetti, P420 art gallery, Bologna.
-2015 STEP 015/remake, Gallleriapiù, a cura di Lelio Aiello, Bologna.

PREMI
-2018 Smartup Optima, finalista.
-2017 Premio Zucchelli, primo classificato.
-2017 StArt Padova Studi per l’Arte, selezionato.

GIANFRANCO MAZZA

Carlopoli (CZ),1988.
Vive a Bologna dove lavora pressoCheckpoint Charly STUDIO.

EDUCAZIONE
2015-2016 tirocinio presso P420 Gallery, Bologna (Italy)
2013-2015 diploma di secondo Livello Accademia di belle arti bologna. Arti vivive prof.Luca CAccioni 2010-2011 Facultad de Belles Artes de Granada. Erasmus Project

WORKSHOP
2017 residenza "Professione artista 2.0" interchange Italia-Uruguay Montevideo (URY) 2016 Resident to "La Escocesa/ Centro de creacion/ Artes visuales. Barcellona (ESP)
2016 workshop "La lingua degli affetti e dei desideri" curated by Cesare Pietroiusti, RAUM Bologna (IT) 2015 workshop "Incontro con gli autori" with Andrea Chiesi. Museo della Musica di Bologna
2015 workshop "Incontro con gli autori" with Cesare Pietroiusti.Museo della Musica di Bologna 2015 The worlds of art, workshop by Giusy Ragosa, Galleria Continua, San Gimignano
2014-15 Objects, Reutilization and rabber, Workshop by L. Caccioni, Bologna.
2015 L’accademia dell’immobilità, woorkshop by Luigi presicce MAMBO (Museo Arte Moderna di Bologna) Bologna
2014 ManifattoinSitu8, Viandustriae residence curated by Chto Delat, Parco per l’arte di Cancelli, Foligno (IT)
2014 Artist and Gallery, Workshop by G. Lufrano, Bologna.
2014 Urban and territorial projects, Workshop by G.Gianuizzi, Bologna. 2013-14 Writing, Word, Image, Workshop by L. Caccioni, Bologna.

MOSTRE/PREMI
2018 “frivolezze” CheckPointCharly Bologna (IT) 2018 SEtUp Art Contemporany, SAACI Gallery
2017 "Sucre" Family MAtters Gelateria sogni di Ghiaccio, Bologna, (IT) 2017 "Va bene" curata da Otto Volante, Montevideo (URY)
2017 "Vienen de lliuny" Piramidon centre de art contemporany, Barcellona (ESP)
2017 "Amerian Lesson" Espai M, La Escocesa | Centro de creación • Artes visuales, BArcelona (ESP) 2016 "Unixpeted red" Galeria Carles Taché by campari event, Barcelona (ESP)
2016 "In-segnati" curata da Beatrice Buscaroli, Galleria Spazio, Bologna (IT)
2016 "Ultime opere" curata da Massimo Marchetti e Ada Patrizia Fiorillo, Galleria d'Arte Moderna "Aroldo Bonzagni" Cento (IT)
2016 Premio fondazione Zucchelli, 1st premio, Bologna (IT)
2015 "Confronti a Distanza" curata da Giovanna Caimmi. Galleria Spazio, Bologna (IT) 2015 I Biennale Don Franco Patruno, Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, Ferrara (IT) 2015 Mostra dei finalisti “Premio San Fedele” Galleria San Fedele. Milano.(IT)
2015 Gianfranco Mazza e Daniele Pulze “Intersezioni” a cura di Lelio Aiello , LOCALEDUE. Bologna. 2015 Collettiva “La primavera dell’arte” a cura di Fabio Romano. Museo Archeologico di Gela. Gela.(IT) 2015 "FAKE", A.B.A.B., Bologna, in occasione di ART WHITE NIGHT
2015 I Premio Don Franco Patruno, Fondazione Cassa di Risparmio di Cento (IT), 1st classificated 2015 Premio Claudio Abbado, sezione installazioni, con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione della Ricerca e dello Spettacolo, AFAM ( Alta Formazione Artistica e Musiale)
2015 Prenio Fondazione Zucchelli, Bologna (IT) 2015 Premio San fedele, Milano. (IT)
2014 il collasso dell'Entropia/ DREI, a cura di Alberto Zanchetta,MAC (Museo arte contemporanea di Lissone) Lissone (IT)
2014 “Secondo livello” a cura di Fabio Romano e Giuseppe Lufrano, OTTO Gallery Bologna (IT) 2014 "Sollicitazionia cura di Stefano W.Pasquini, IBS bookshop, Bologna.(IT)
2014 "Sollievoa cura di Luca CAccioni, A.B.A.B, Bologna. (IT)

NICOLA MELINELLI

26.02.88, Perugia.
Vive e lavora a Bologna
Nel 2011 ha conseguito la Laurea primo livello in pittura e nel 2014 la  Laurea secondo livello in pittura presso Accademia di belle arti di Bologna.

MOSTRE
2018
. Palazzodellaquerciastudio. Residenza. Palazzo la Quercia, Roccagloriosa, Salerno. (IT)
. Stupido come un pittore. Mostra collettiva curata da Simona Squadrito e Rossella Farinotti, Villa Vertua Masolo, Nova Milanese, Milano. (IT)
2017
. LAB04/ROOM. Residenza e mostra finale a GAFFdabasso, con Vincenzo Simone, Milano. (IT)
. The Tourist. Mostra collettiva. Progetto di Mattia Pajè. Prodotto da ass. Ottovolante. Varie location, Montevideo. (UY)
. Solo Figli. Mostra collettiva, curata da Irene Guzman e Sergia Avveduti, padiglione Esprit Nouveau, Bologna. (IT)
2016
. Rovesci Sparsi. Mostra personale. Testo di Simona Squadrito. A+B contemporary art. (IT)
. Off the wall. Mostra collettiva CAR DRDE, Bologna. (IT)
. Dryer. ArtVerona 016 progetto di Localedue curato da Gabriele Tosi. ArtVerona, Verona. (IT)
. Inherent Vice. Mostra collettiva curata da Sue Kennington, Hickster project, San Giovanni d Asso. (IT)
. The Hawt Show. Mostra collettiva. Progetto ideato da Rolando Anselmi, Colle Meloni, Frosinone. (IT)
. Bazzar - Mostra colletiva. Progetto di Preliminary Group curato Giovanni Copelli e Costanza Candeloro, LOCALEDUE, Bologna. (IT)
. Che cosa sono gli oggetti - Mostra collettiv Progetto di Preliminary Group curato da Giovanni Copelli, Centro Tian Qi Milano. (IT)
. MINIPIMER - MUSSEL I MUSCLE -Hymn- Progetto di Eugenio Luciano e Nicola Giunta. LOCALEDUE, Bologna. (IT)
. Arte fera 40 Storia di una collezione - mostra collettiva a cura di Giorgio Verzotti e Claudio Spadoni. Mambo, Bologna. (IT)
2015
. My Blueberry Night - Mostracollettiva a cura di Antonio Grulli. Club GAMeC - Residenza Casarotto, Albegno. Bergamo (IT)
. One minute of truth - Mostra collettiva A+B contemporary art. Brescia (IT).
2014
. Cascate d’acqua. Mostra personale Testo di Dario Giovanni Alì. CAR DRDE. Bologna (IT).
. Hosting INTERNO4 Bologna#2. Mostra collettiva  Progetto di INTERNO4. Curato da host project. Bologna (IT).
. QUADRATO. Mostra collettiva. Progetto di INTERNO4. VID, Bologna (IT).
. ACTINIARIA. Mostra personale. A+B contemporary art. Brescia (IT).
2013
. Elephant Talk. Mostra collettiva . Ideato da Andrea Kvas, CAR DRDE. Bologna (IT).
. ROMANTIC DUO. Mostra collettiva. Curata da Arnaud Deschin, LA GAD, Galerie Arnaud Deschin. La Friche Belle de Mai, Marseille (FR).
. OLTRE IL PENSIERO. Mostra collettiva, A+B contemporary art. Palazzo Guaineri delle Cossere, Brescia (IT).
. The Beekeeper’s Daughter - Luna Park Project. Mostra collettiva. LA GAD Galerie Arnaud Deschin, Marseille (FR).
. Cabinet - House of Extravaganza. Progetto di Interno4, ospitato a Vulcano Extravaganza 2012
. La Veuve - a cura di Luna Park Project. Mostra collettiva. Marseille (FR).

PAOLO MIGLIAZZA

è nato a Catanzaro nel 1988. Dopo gli studi presso il Liceo Artistico Statale, si è trasferito a Bologna dove si è iscritto all’Accademia di Belle Arti e nel 2013 ha conseguito il Diploma di I livello in scultura con una tesi sull’evoluzione del linguaggio plastico che ha caratterizzato il secolo scorso. Ha continuato i suoi studi in
scultura frequentando la specializzazione biennale all’Accademia di Belle Arti. Fra le esposizioni principali: nel 2015 ‘Infanzia Terrena’, con Nicola Amato, presso la Casa Museo Giorgio Morandi a Grizzana Morandi a cura di Stella Ingino con la direzione artistica di Eleonora Frattarolo. Nel maggio 2016 è stato tra i vincitori del Premio Zucchelli e a Cosenza ha partecipato alla collettiva “I’m on fire”; a cura di Martina Cavallarin. In giugno 2016, nell’ambito del progetto Opentour in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha presentato con Nicola Amato il progetto ‘E non stiamo a guardare’ alla Galleria L’Ariete artecontemporanea di Bologna, a cura di Eleonora Frattarolo. Nel 2016 inoltre è stato selezionato tra i finalisti della quinta edizione del Premio Fabbri a cura di Carlo Sala. Nel gennaio 2017 e nel febbraio 2018 ha presentato due installazioni dal titolo ‘We are not Super Heroes’ in Arte Fiera a Bologna a cura della Galleria L’;Ariete artecontemporanea ed è stato selezionato tra i finalisti del Premio Euromobil under 30. Nel 2017 ha tenuto la personale “We are not Super Heroes” corredata da catalogo monografico, alla Galleria L’Ariete a cura di Eleonora Frattarolo ed è stato presente in Art Verona. Nel 2018 è stato invitato da Eleonora Frattarolo alla mostra ‘Il Disegno della Polvere’ nell’ambito della Biennale del Disegno di Rimini. Attualmente vive e lavora a Bologna.

FLORIANA MITCHELL

1988 Siena
vive e lavora a Bologna

FORMAZIONE
2018 – Laurea specialistica in Arti Visive, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.
2017 – Ricerca tesi alla UAL, University of the Arts London, UK.
2015 – Diploma in MusicArtTerapia nella Globalità dei Linguaggi,
Università popolare di MusicArTerapia, Roma, IT.
2014 – Laurea di primo livello in Pittura/Arti Visive, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.

ESPOSIZIONI
2018
-07/06/2018-17/06/2018 Mostra collettiva “Album di Famiglia”, curata da Jana Liskova, Dynamo, Bologna, IT.
-27/05/2018-2018 Artista selezionata per CHEAP, Street Poster Art festival, Bologna, IT.
-20/04/2018-29/04/2018 Collettiva dei progetti finalisti “InFactory II”, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.
-10/03/2018-08/04/2018 Selezione per il Perugia Social Photo Fest 2018, nella collettiva “FRAMMENTI”, Perugia, IT.
-02/02/2018-04/02/2018 Art City Bologna, mostra dei vincitori Premio Zucchelli 2017, curata da Carmen Lorenzetti, Zu.Art , Bologna, IT.
-17/01/2018-21/01/2018 London Art Fair, Art Projects section, areacreativa42, London, UK.
2017
-03/11/2017-11/11/2017 Mostra dei finalisti “ArtPrize CBM” Areacreativa42, Torino, IT.
-24/06-15/07/2017 Collettiva dei finalisti “Premio Combat”, Museo G.Fattori, Livorno, IT.
-08/06-12/06/2017 Collettiva “Back and Forth to Nowhere”, Lumen Gallery, London, UK.
-25/03-09/04/2017 Mostra finalisti del “Premio Arte Laguna”, Arsenale di Venezia, Ve, IT.
-21/01-04/02/2017 Collettiva “CHAUDELUNE” Galleria Fondantico, Bologna, IT.
2016
-16/10/2016 Presentazione del work.lab condotto da Daniel Spoerri in collaborazione con LINV e Stefano Mancuso, Il Giardino di Daniel Spoerri, Seggiano, IT.
-04/10-15/10/2016 Esposizione “I REMEMBER NOTHING” Floriana Mitchell/Alessandro Di Maio, curata da Giovanna Caimmi, Fondazione Zucchelli, Bologna, IT.
-09/2016-12/2017 Artista selezionata per “Change” Progetto di Arte Pubblica, Off Site Art (L’Aquila) in collaborazione con ArtBridge (New York), L’Aquila, IT.
-17/06/2016-24/06/2016 “Quando si torna dove si nasce” collettiva curata Giovanna Caimmi, Accademia di Belle Arti, Bologna, IT.
-16/06-30/07/2016 “La grandezza delle mani” collettiva curata da Lelio Aiello e Massimo Marchetti, P420, Bologna, IT.

PREMI
2017
-Premio Zucchelli, vincitore borsa di studio, Fondazione Zucchelli, Bologna, IT.
-ArtPrize CBM, finalista, Areacreativa42, Torino, IT.
-Premio Combat, finalista, Livorno, IT.
-Premio Arte Laguna, finalista, Venezia, IT.

ALEKSANDER PETKOV

Sono nato il 30 ottobre 1994 a St. Zagora, in Bulgaria, abito a Bologna dal 2005. Dopo aver finito il liceo Scientifico ho iniziato il corso di pittura dell’Accademia di Belle Arti di Bologna ad ottobre del 2015, presso la cattedra del professore Simone Pellegrini che sto frequentando tutt’ora. Durante il mio percorso accademico ho partecipato alla notte bianca a gennaio 2017, all’Open tour del mese di giugno 2017 e alla notte bianca di gennaio 2018, presso l’Accademia di belle arti. Tutti e tre gli eventi sono stati curati dal professore Simone Pellegrini.
Ho partecipato ad una mostra collettiva intitolata “Landscape” il 21 maggio 2017.
A febbraio 2018 ho partecipato alla mostra collettiva dei vincitori del premio Zucchelli presso la fondazione Zucchelli, curata da Carmen Lorenzetti, per via della menzione d’onore che mi è stata concessa.