Premio Speciale 2023

60° DEL CONCORSO ZUCCHELLI 1963-2023

Si tratta di un laboratorio finalizzato a sviluppare un dialogo multidisciplinare basato sui nuovi linguaggi della Videoarte, nell'ambito del Premio Speciale 2023, da assegnare il 26 novembre alla migliore performance nata dalla
collaborazione fra allievi e allieve più talentuosi dell’Accademia di Belle Arti e del Conservatorio di Musica di Bologna.
Il laboratorio di 50 ore complessive è coordinato dai tutors dei due Istituti –
rispettivamente Maurizio Finotto e Francesco Giomi – e si tiene con la
collaborazione dell'Orchestra Senzaspine; vede il coinvolgimento di tre gruppi misti di studenti e studentesse selezionati dai docenti, iscritti ai Corsi di
Linguaggi del Cinema e dell’Audiovisivo e di Pittura e Arti Visive dell’Accademia e di Musica elettronica e Musica applicata del Conservatorio.

È partita l’attività progettuale collegata al Premio Speciale di Fondazione
Zucchelli, assegnato alla migliore performance nata dalla collaborazione fra
allievi dell'Accademia di Belle Arti e del Conservatorio di Musica Giovan
Battista Martini
di Bologna. In queste immagini vediamo all’opera il Corso di Linguaggi del cinema e degli audiovisivi e di Arti Visive dell’Accademia,
coordinato dal Prof. Maurizio Finotto, e il Corso di Musica Elettronica del
Conservatorio, coordinato dal Prof. Francesco Giomi. Le tre opere di Videoarte prodotte dagli allievi in occasione dei laboratori multimediali saranno
presentate il 26 novembre in una serata-evento presso l'Opificio Golinelli di Bologna, al termine del quale una giuria di esperti decreterà il gruppo vincitore del Premio Speciale Zucchelli 2023.