Quattro incontri musicali dell’estate 2020

Michelangelo Mei | Il Giardino Italiano

"Presento il mio miglior lavoro durante questa estate.
L'origine può essere fatta risalire a uno spettacolo musicale che ho ascoltato nel giardino privato della Fondazione Zucchelli all'inizio di luglio. In quella notte meravigliosa, tre cose mi hanno attratto allo stesso tempo: La struttura architettonica del giardino, La luce e Il suono della musica, corrispondenti a alla prospettiva, il contrasto e l'onde sonore. Quindi ero determinato a creare un classicismo, raffigurante scene, per rendere omaggio alla pittura tradizionale italiana. Perché a volte il più avanzato può spesso sembrare il più tradizionale e il più degradato.

Da questo dipinto, potete vedere il solido senso architettonico del Rinascimento (Mantegna), la splendida trasformazione di luci e ombre del Barocco (Caravaggio) e la prospettiva multipunta nel rotolo della pittura cinese. Con la complessa Radiazione, questo è la mia tecnica creativa originale per esprimere il rapporto della meccanica. La mia pittura è più come un'interpretazione dell'architettura e della fisica, per spiegare la verità ai miei occhi - proprio come una buona opera d'arte dovrebbe sempre avere 3 caratteristiche: forte espressività, struttura chiara e tecnologia diretta."

Michelangelo Mei